Voci per un risveglio. Il risveglio dell’immaginazione, della fantasia, della speranza, dell’impegno, della voglia di inventare e reinventarsi.

Molte cose si possono esprimere attraverso la lettura ad alta voce: con forza, con leggerezza, con coraggio.
Le parole, a volte, possono cambiare il mondo, e i Lettori Portatili cercano di cambiarlo in meglio.

L’associazione nasce a Orvieto nel 2011 con lo scopo di dare voce alle idee, alle emozioni, ai mille volti della storia umana.
Orvieto è città d’arte, è città slow, è città di vino.
Ed ora anche città che ascolta e che si ascolta, nello spirito di continuità artistico-culturale che l’ha sempre contraddistinta.

I Lettori Portatili sono un gruppo eterogeneo di persone accomunate dalla passione per la lettura e convinte che questa possa accrescere il senso di solidarietà e d’impegno civile, vivendola non solo come piacere personale ma come mezzo per diffondere cultura, alimentare conoscenze, aiutare chi non può leggere o chi, dal sentir leggere, si sente più partecipe.
Ecco perché non solo “lettori”, ma portatili”: lettori che portano in giro voci e iniziative per aggregare luoghi e vite e per diffondere cultura e saperi attraverso il linguaggio letterario di ogni tempo e di ogni luogo.

In un panorama territoriale e culturale che ha in Orvieto il suo fulcro, i Lettori Portatili vogliono essere stimolo propositivo e porsi come interlocutori delle istituzioni con l’obiettivo di promuovere la cultura e rendere un servizio alla collettività e in particolare alle sue fasce più deboli.
Il loro motto?
Condivisione e Cultura per servire la Collettività’